Bio



Ruggine nasce nel 2001 a Narzole, nella provincia di Cuneo.
E’ un progetto che si è evoluto ed arricchito notevolmente negli anni grazie a nuove influenze ed esperienze, ma che ha mantenuto una sua identità ed una direzione ben precisa e da sempre ha voluto dare un’impronta personale al proprio lavoro.
Quello che è rimasto con il passare del tempo è l’urgenza di estrarre ciò che si trova scavando sotto la superficie, quello che si accumula sotto gli strati di pelle e che ha bisogno di essere buttato fuori. Alla visceralità dei testi parlati/urlati in italiano si unisce l'influenza dell'hardcore italiano anni '90 ed il post-hardcore, mentre la cerebralità del math-rock si fonde con la compattezza del noise.
Il risultato è diretto e potente ma allo stesso tempo rabbioso e di forte impatto emotivo, in particolare quando il gruppo si ritrova su un palco durante le esibizioni live. E’ qui che la voce, i due bassi, la chitarra e la batteria riescono ad esprimere il loro maggiore potenziale.

Il primo lavoro dei Ruggine è uno split fatto nel 2005 con i Fuh, seguito dalle prime esperienze live in giro per l’Italia quando l’età media del gruppo non raggiungeva ancora i vent’anni.
I concerti si intensificano in seguito alla pubblicazione dell’Ep “Ruggine” del 2008 e la band inizia a farsi conoscere all’interno del panorama nazionale.
Ma è nel 2010 con “Estrazione Matematica di Cellule”, primo album ufficiale della band, che i Ruggine iniziano a riscuotere un certo interesse nell’ambito del settore musicale underground italiano.
Prodotto dalla label torinese Escape From Today e dalla cuneese CanaleseNoise, "Estrazione Matematica di Cellule" viene accolto positivamente con numerose recensioni da parte di webzine e riviste musicali e l’uscita dell’album è stata accompagnata da esibizioni live sparse in tutta la penisola.

A quattro anni di distanza, il 3 Novembre 2014, esce il secondo album ufficiale dei Ruggine. "Iceberg", in cd per V4V-Records, Canalese Noise, Vollmer e in vinile per V4V-Records, Sangue Dischi, Escape From Today, Canalese Noise e Vollmer Industries.
Registrato in analogico da Massimiliano Moccia presso il Blue Record Studio di Mondovì, mixato presso il Mam Recording Studio di Cavallermaggiore da Massimiliano Moccia e masterizzato da Carl Saff presso il Saff Mastering di Chicago, “Iceberg” rappresenta un punto di svolta per la band, un lavoro più curato in tutti i suoi aspetti ed ancora più compatto e diretto di quelli precedenti.
Il titolo sta ad indicare ciò che è visibile e grava sulla nostra testa e sulla nostra coscienza come un macigno, senza renderci conto che alla base, a sorreggere tutto, ci siamo proprio noi.
L'essere umano che prima genera e costruisce e poi vuole distruggere perchè costretto a trascinarsi dietro il peso delle proprie scelte e delle proprie azioni. “Iceberg” parla di questo: di ciò che emerge provando a scavare in profondità, all'interno di quello che solo apparentemente pensiamo di conoscere e che ci illudiamo di vedere in modo nitido e chiaro.


I Ruggine sono:
Simone Rossi - chitarra e voce
Paolo Scalabrino - basso
Francesco Rossi - basso
Davide Olivero - batteria



Ruggine Band - Mail: info@ruggineband.it - Cell +39 3889451521 - Narzole, CN

Site created by Roberto Piumatti - www.switchonfuture.it